Tradizioni, il bacio sotto il vischio

7

Qual’è la storia del vischio? E perché a Natale e Capodanno ci si bacia sotto un ramo di vischio?

L’usanza di appendere un ramo di vischio all’uscio di casa nasce nel Nord Europa, dove il vischio era ritenuto di buon auspicio oltre che terapeutico.

Ramo di Vischio

Nella mitologia scandinava, il vischio è anche la pianta sacra di Frigg, dea dell’amore: dopo che suo figlio Balder venne ucciso da una freccia di vischio, Frigg cominciò a piangere sul suo corpo, e mentre le sue lacrime si trasformavano nelle perle bianche del vischio, Balder tornò in vità; per la felicità, Frigg cominciò a baciare chiunque passasse sotto l’albero sul quale cresce il vischio (di solito pioppi, olmi e tigli), facendo sì che non potesse capitare mai nulla di male a tutti coloro che si fossero dati un bacio sotto un ramoscello di vischio.

7 commenti a Tradizioni, il bacio sotto il vischio

  • PINO  :

    GRANDE STORIA !

  • Stella  :

    Che bella storia!

  • alda  :

    marina sei una gran cretina senza cultura ignorante da annullare

  • marina  :

    …….a me pare una gran baldracca…………..con la scusa del figlio resuscitato…….

  • elena  :

    GRAZIE, DOMANI LO DIRò ALLE MIE MAESTRE

  • elena  :

    CHE BELLA STORIA, MOLTO ROMANTICA:)

  • Fiordaliso  :

    Grazie per avermi aiutato nella ricerca del vischio!!

Scrivi un commento

È possibile usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>